Teinvein: il progetto R&D di cui Modis è partner tecnologico

Pubblicato 14 March 2019
Modis è tra i partner tecnologici di TEINVEIN (Tecnologie Innovative per Veicoli Intelligenti) l’ambizioso progetto di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale finanziato da Regione Lombardia attraverso i fondi strutturali dell’Unione Europea (scopri i nostri progetti finanziati in questa pagina); il progetto è stato avviato nel maggio 2017 e la durata prevista è di 30 mesi con termine nel gennaio 2020. 
L’iniziativa ha come scopo finale la progettazione di un veicolo intelligente che sia completamente autonomo. Nell’ambito di tale progetto Modis opera a fianco di partner accademici come il Politecnico di Milano e l’Università Bicocca, oltre a partner tecnologici come ST Microelectronics, Share’n Go, Politecnico di Milano. Modis si pone comeazienda di consulenza tecnologica specializzata per lo sviluppo di alcuni dei filoni principali del progetto quali la parte di guida autonoma e la guida semiautonoma, il team impegnato sul progetto è suddiviso tra le sedi di Milano e Roma, occupandosi nello specifico dello sviluppo di un prototipo di scheda utile a raccogliere le informazioni del veicolo e i dati dei sensori,  e a inviarle ad un centro di controllo, in fase di realizzazione, capace  di localizzare i veicoli, segnalare eventuali anomalie e gestire la parte di “business logic” relativa ad esempio alla prenotazione del veicolo per i sistemi di car-sharing o la disponibilità delle colonnine di ricarica.

Inoltre Modis è impegnata nella realizzazione di schede per l’attuazione dei comandi di guida, in grado di controllare acceleratore, freno, sterzo e le luci, nonché nella realizzazione di una seconda scheda che permette la guida semiautonoma tramite la gestione di sensori ad ultrasuoni e telecamere per l’identificazione dei veicoli che precedono.

Grazie al nostro laboratorio di prototipazione hardware, al costante aggiornamento sui settori safety critical e all’expertise degli ingegneri Modis, siamo in grado di realizzare prototipi delle tecnologie che fra qualche anno saranno a bordo dei nuovi veicoli intelligenti; le principali applicazioni pratiche saranno in primis finalizzate al miglioramento della mobilità sostenibile, in forme che vanno dall’impatto ambientale alla maggiore sicurezza stradale, sia per i passeggeri a bordo veicolo che per i pedoni lungo le strade, fino alla facilitazione della guida per persone affette da handicap che altrimenti avrebbero bisogno di allestimenti ad hoc, e quindi particolarmente costosi, dei veicoli.