Brevetti sui dispositivi medici, Italia quarta in UE

Cresce la creatività tricolore nel settore dei dispositivi medici. Secondo i dati elaborati dal Centro studi di Confindustria Dispositivi medici – in occasione della Giornata mondiale dell’innovazione e della creatività – l’Italia è infatti quarta nella Ue e dodicesima a livello mondiale per numero di brevetti nel settore dei dispositivi medici. Fuori dal podio, dunque, ma non lontanissima dal terzetto primatista Usa, Giappone e Cina.

Non solo. I brevetti presentati dalle imprese italiane hanno un ottimo tasso di approvazione, spesso superiore alla media europea, a riprova della capacità di innovazione delle nostre imprese. In termini di crescita, il settore delle tecnologie mediche rimane quello in cui sono confluite la maggior parte delle richieste di brevetti a Epo (l’Ente europeo per i brevetti).

Proprio in tema di innovazione, diamo conto di un progetto di ricerca che punta a diagnosi rapide e precoci in campo oculistico grazie all’eye detection.

Modis, società specializzata di The Adecco Group e leader globale nella consulenza in It ed Engineering, è infatti in prima linea nel progetto europeo Fractal, che vede l’applicazione dell’intelligenza artificiale in ambito biomedicale grazie alla lettura dell’iride tramite l’analisi delle reti frattali.
Il progetto ha come obiettivo principale di favorire la diagnosi precoce di molte anomalie e patologie in campo oculistico.

 

Leggi di più